Transazioni-On-Line

Le Transazioni Online: Definizioni, Aspetti Legali e Fiscali

Raffaelle D’Angelo è Ufficiale Superiore della Guardia di Finanza, titolato Corso Superiore di Polizia Tributaria , in servizio presso il Comando Generale.
Davide Quattrocchi è Ufficiale Superiore della Guardia di Finanza, titolato Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze, in servizio presso il Comando Generale.
Fabio Ranieri è Ufficiale Superiore della Guardia di Finanza, titolato Corso Superiore di Polizia Tributaria, in servizio presso il Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo.
Giuseppe M.M. Granato è Ufficiale della Guardia Finanza, in servizio presso il Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo.

L’opera
Negli ultimi anni, il Legislatore nazionale e comunitario ha introdotto importanti novità per recepire prassi e comportamenti ormai radicatisi nei mercati grazie alla diffusione, su vasta scala, della c.d. Information Technology applicata al commercio on line, una realtà che ha di fatto aperto orizzonti e sfide senza precedenti.

Il Legislatore si è così trovato di fronte alla necessità di “codificare” e, al tempo stesso, disciplinare, concetti, categorie e modus operandi del tutto nuovi e innovativi, frutto dell’ormai inarrestabile diffusione di strumenti hardware e software all’avanguardia che, nel mondo economico, hanno comportato l’affermarsi, repentino, di un vero e proprio diritto consuetudinario internazionale degli scambi via internet, caratterizzato dall’assoluto virtualità delle prestazioni commerciali e dalla “globalizzazione delle transazioni”, che consentono, a prescindere dall’ubicazione territoriale degli operatori, l’immediato trasferimento di prodotti immateriali, un tempo impensabile.

Il progressivo affermarsi di una nuova economia “virtuale” ha comportato, per tanto, l’esigenza di adottare e integrare i sistemi normativi di riferimento, nell’ottica di perseguire, a livello internazionale, un indispensabile bilanciamento tra la libera circolazione delle merci e dei capitali, da un lato, e la sicurezza delle transazioni telematiche, la correttezza negli scambi commerciali e il rispetto delle regole doganali/tributario, dall’altro.

Lo sviluppo degli scambi on line e il diffondersi di una Information Technology sempre più dedicata alle transazioni commerciali stanno contribuendo alla realizzazione di una vera e propria New Economy, dove domanda ed offerta si incontrano senza dover fare i conti con i limiti spaziali e temporali tipici del commercio “classico”.

In questo complesso quanto mutevole scenario si colloca l’analisi attenta e prospettica contenuta nel presente testo, che, dopo una sintetica ma esaustiva illustrazione delle caratteristiche del commercio elettronico, dei suoi punti di forza, dei suoi potenziali rischi e della legislazione tributaria di riferimento, sia nazionale che comunitaria, tratteggia le nuove, interessanti sfide nell’attività di controllo della Pubblica Amministrazione, chiamata a contrastare in maniera sempre più tempestiva ed efficace i rischi imposti dalla nuova criminalità informatica.

Tutto ciò presuppone, però, l’esigenza di affrontare e risolvere concrete questioni interpretative circa l’applicabilità o meno del diritto vigente a forme di illecito perpetrate attraverso le nuove tecnologie: affrontando il tema- indubbiamente delicato e tuttora controverso- dell’acquisizione delle tracce informatiche e della loro rilevanza ai fini probatori, anche in ambito tributario, il testo illustra il contrasto dei fenomeni evasivi in rete, i poteri e le modalità operative utilizzate dal Corpo della Guardia di Finanza, i nuovi scenari in sede di controllo e i possibili adeguamenti ai tradizionali moduli ispettivi per rispondere alle diversificate problematiche, sia di natura tecnico-procedurale che di carattere normativo, indotte dalle transazioni on line.

Il testo illustra, infine, il ricorso della P.A. al mercato elettronico e le convenzioni CONSIP, che, grazie a un attento programma di razionalizzazione degli acquisti, consentono, a livello centralizzato, sensibili riduzioni dei costi di acquisto di beni e servizi, contribuendo all’ormai irrinunciabile contrazione generalizzata della spesa pubblica, posta dal Governo tra gli obiettivi prioritari di ciascuna Amministrazione.

Categoria: